SEGUICI SU

Authors Messaggi di DOTTOR MAURI

DOTTOR MAURI

84 POSTI 228 COMMENTI

Mindfulness Ipnosi e Meditazione

Ultimamente ho partecipato ad un convegno di¬†Jon Kabat-Zinn¬†Professore di medicina dell’Universit√† del Massachussetts, ideatore della Mindfulness¬†e ho avuto la possibilit√† di fargli alcune domande riguardo la differenza tra l’ipnosi, la mindfulness e la meditazione.

Sempre pi√Ļ ricerche scientifiche stanno infatti documentando gli effetti positivi che una regolare pratica di meditazione porta ad ottenere, attirando l’attenzione di chi cerca un rimedio efficace a problemi di stress o ad esempio per¬†ridurre¬†l’ansia.

Lo scopo della Mindfulness √® quello di aiutare le persone a diventare maggiormente consapevoli del momento presente attraverso l'”osservazione non giudicante” dei propri pensieri, sensazioni ed emozioni.

Ma l’ipnosi, la mindfulness e la meditazione in cosa sono diverse?

Meditare, fare ipnosi e la Mindfulness quali differenze

La meditazione √® una pratica che consiste nel concentrare la mente su un’oggetto, un’idea, un suono, un pensiero e viene utilizzata da secoli per diversi fini, nel caso della midfulness l’obiettivo non √® spirituale o religioso ma di invece quello di migliorare il benessere psicologico della persona.

La differenza fondamentale tra la meditazione e la mindfulness consiste nel fatto che ¬†concetti tipici di alcune filosofie come ad esempio la”compassione”, il “non attaccamento”, la “contemplazione della tranquillit√†” e l’ “essere centrati anche nell’azione” sono stati presi ed inseriti in un contesto prettamente psicologico.

lotus-ipnosi-strategicaIl problema è anche che chi si avvicina alla meditazione in genere ha accettato delle premesse collegate a un credo specifico(esempio buddismo, taoismo etc..) mentre nella mindfulness questo non è necessario.

Non è qui di necessario aderire ad un particolare credo per praticare la mindfulness.

Il secondo punto √® che molte persone hanno difficolt√† ad avvicinarsi alla meditazione per perch√© l’idea di stare ad occhi chiusi senza sapere che fare pu√≤ disorientare e non essere facile per chi inizia, mentre una pratica strutturata in protocolli specifici come la mindfulness pu√≤ risultare pi√Ļ semplice da approcciare.

Prima di dirti quello che ho scoperto anche grazie alle risposte del Dott. Kabat-Zinn ti invito ad ascoltare un audio di meditazione Mindfulness presente sul sito del Dott. Gennaro Romagnoli, Psicologianeurolinguistica.net, trovi tanti esempi questo è chiamato la meditazione della montagna clicca qui per ascoltarlo.

Mindfulness ipnosi e meditazione quali benefici

Mindfulness-and-HypnosisSe hai ascoltato la meditazione guidata proposta dal Dott. Romagnoli, ti sarai reso conto che la mindfulness e l’ipnosi hanno diversi punti in comune.

Quando ho chiesto a Kabat-Zinn la differenza tra midfulness e ipnosi la sua risposta √® stata“Se l’ipnosi viene utilizzata per aumentare la consapevolezza della persone non ci sono praticamente differenze con la mindfulness”.

Anche il Dott. Michael Yapko nel “Mindfulness and Hypnosis” analizza come le procedure di meditazione guidata della mindfulness utilizzano gli strumenti ipnotici come ad esempio le suggestioni dirette(sentiti bene, entra in contatto con te stesso) per orientare l’attenzione delle persone e mantenerle concentrate sul presente.

I benefici del praticare l’ipnosi e la mindfulness sta nel fatto che queste due discipline possono essere complementari.

Come scrivevo qualche in questo articolo¬†l‚Äôipnosi Strategica¬ģ¬†parte dal presupposto che se una persona non riesce in qualcosa (ad esempio calmarsi) √® semplicemente perch√© non sa come si fa, non ha una procedura e delle strategie che gli consentano di ottenere quel risultato. In ipnosi pu√≤ apprenderle in maniera ‚Äúesperienziale‚ÄĚ cio√® vivendole in prima persona e ricreandole autonomamente qualora ne avesse nuovamente bisogno.

Nella mindfulness le suggestioni ipnotiche non hanno lo specifico compito di insegnare diverse abilit√† come nell’ipnosi ma si rivolgono esclusivamente all’imparare a rimanere nel momento presente.

Chi utilizza gi√† l’ipnosi √® avvantaggiato nella pratica della mindfulness perch√© √® allenato ad ascoltarsi; utilizzare questa tecnica insieme all’ipnosi aiuta a svuotare la mente e a prevenire lo stress.

Se vuoi praticare altre meditazioni guidate mindfulness visito il sito del Dott. Romagnoli nella sezione “Guida completa per meditare”¬†cliccando qui

A presto!

Marted√¨ 21 maggio sar√≤ nuovamente ospite della trasmissione¬†‚ÄúSerata Cinema‚Ä̬†in onda¬†alle 21:30 circa¬†su¬†Rai Sport 1¬†canale 57(guarda la trasmissione in diretta¬†cliccando qui).

Questa volta il tema trattato riguarder√† l’importanza del maestro/allenatore.

L’importanza della figura dell’allenatore

kung-fu-dunk-ipnosi-strategica-210x300Come nelle scorse puntate anche questa volta utilizzeremo un film per introdurre il tema che verr√† trattato durante la trasmissione e questa volta il film sar√† “Kung fu Dunk(conosciuto anche come Shaolin Basket)”.

Il protagonista del film è un ragazzo orfano cresciuto dai monaci in un tempio Shaolin che, alla ricerca dei propri genitori, verrà scoperto da un talent scout per le sue abilità nel gioco del basket.

Al di la della trama del film la discussione verter√† sull’importanza che ha il maestro nelle discipline sportive specialmente nella cultura orientale e come questo abbia un’enorme influenza sulla vita di chi si avvicina ad un disciplina sportiva.

Nel film il maestro/allenatore del protagonista è un senza tetto che si improvviserà suo manager  alla quale lui si legherà come se fosse una figura paterna.

Per molti sportivi specialmente per chi viene da situazioni di vita difficili l’allenatore diventa spesso una figura di riferimento non solo nello sport ma anche nella vita un p√≤ come abbiamo visto nella puntata sul film¬†“My Name is Joe”¬†commentata insieme a Bruno Pizzul.

Allenatore e maestro

 

india-ipnosi-strategica2-300x225Il film ha dato lo spunto per parlare della figura del “maestro” nelle discipline orientali e l’importanza che questi ha per la formazione non solo sportiva(nel caso delle arti marziali) ma anche di quella psicologica dell’allievo.

Esiste infatti un legame molto forte che si viene a creare tra allievo e maestro che trascende la semplice trasmissione di nozioni e che porta a condividere valori, regole e visione della vita.

In particolare parler√≤ di un’esperienza che ho vissuto l’anno scorso in India, stando a contatto con dei monaci che hanno creato una scuola per bambini presi dalla strada, dove oltre alle materie scolastiche viene insegnato yoga e meditazione.

Guarda la puntata e fammi sapere cosa ne pensi!

A presto!

p.s. Grazie a tutti quelli che hanno scaricato la registrazione di ipnosi Serenamente e che hanno lasciato il loro feedback sul blog.

Se non l’hai ancora fatto scarica la registrazione cliccando qui

 

0 5482

Settimana scorsa sono stato intervistato da Sfilate.it¬†relativamente ¬†all’ansia e agli attacchi di panico e, a come fare per uscirne.

Ansia e attacchi di panico cosa fare?

Nell’articolo¬†parlo di come in generale le persone che si trovano nella situazione di soffrire di questi disturbi abbiano spesso qualcuno che gli dica cosa fare(calmati, cerca di fartela passare, non dare tutto questo peso alla cosa etc..) e di come questo sia di poco aiuto se non peggio.

panico-ipnosi-strategicaDire cosa fare senza mostrare anche “come fare” pu√≤ addirittura produrre un effetto peggiore nella persona che si trova di fianco qualcuno che, sicuramente mosso da buone intenzioni, non riesce per√≤ nel concreto ad aiutarlo a superare quella situazione di disagio.

Nell’ansia e nel panico ,che √® la forma pi√Ļ estrema di disturbo d’ansia, quello che occorre non √® dire alla persona di calmarsi o di non pensarci perch√® la persona vorrebbe farlo ma semplicemente non ci riesce.

Ricordandogli di fare qualcosa che vorrebbe fare ma che non √® in grado di fare, aumentiamo in lei la percezione di incapacit√† riguardo la gestione della sua situazione e questo nel lungo periodo potrebbe portare anche ad episodi depressivi(“non ci riesco allora lascio perdere tutto”).

 

Come calmare la mente per per superare l’ansia e il panico

Nell’articolo¬†spiego come durante una ricerca che svolgevo presso un ospedale di Milano mi sia reso conto che molti problemi legati ad ansia e panico spesso trovano sollievo quando riusciamo a calmare la mente e ad indirizzarla verso una direzione migliore.

Il presupposto dal quale partivo era questo: se le persone acquisiscono una maggior lucidit√† mentale e calma interiore possono gestire meglio le proprie problematiche ed uscire pi√Ļ facilmente dai propri problemi.

Nel proseguo dell’intervista spiego per√≤ che questo non basta, bisogna anche aiutare la persona che ha raggiunto questo livello di calma e lucidit√† ad allontanarsi da rigidi schemi mentali che portano a vivere l’ansia e avvicinarsi a nuove modalit√† pi√Ļ funzionali di interazione con la sua realt√† emotiva, mentale e relazionale.

Leggi l’intervista cliccando qui¬†

e fammi sapere cosa ne pensi lasciando un commento qui sotto!

A presto!

Dott. Manuel Mauri

 

0 5859

Mercoled√¨ 8 maggio sar√≤ nuovamente ospite della trasmissione¬†‚ÄúSerata Cinema‚Ä̬†in onda¬†alle 21:30 circa¬†su¬†Rai Sport 1¬†canale 57(guarda la trasmissione in diretta¬†cliccando qui). Questa volta l’argomento sar√† il tifo sportivo¬†e quali pericoli pu√≤ comportare quando diventa eccessivo.

Cos’√® il tifo sportivo?

febbre-a-90-manuel-mauri-psicologia-208x300Come gi√† era accaduto con¬†Bruno Pizzul¬†durante una puntata di questa trasmissione, si √® preso spunto da un film che verr√† utilizzato per parlare della relazione tra¬†sport¬†e¬†psicologia.Il film √® ¬†“Febbre a 90¬į(Fever Pitch)”¬†dove il protagonista Paul insegnante di scuola e tifoso sfegatato dell’Arsenal, √® diviso tra l’amore per una donna a e quello per la sua squadra di calcio.

Per Paul la sua squadra √® tutto e cos√¨ programma la sua vita in base al calendario delle partite della squadra, parla come unico argomento dei risultati e dei pronostici delle partite e anche quando lavora(fa l’insegnate presso una scuola superiore) parla di calcio ai suoi allievi per illustrate un concetto che altrimenti non riuscirebbe a trasmettere.

 Quando il tifo sportivo diventa pericoloso?

Parliamo di tifo sportivo quando l’umore della persona¬†dipende dal risultato agonistico.

Il pericolo al quale si va in contro √® quello di chi si lascia trasportare e fa dipendere la propria capacit√† di provare delle emozioni da qualcosa di esterno a s√©, in questo caso all’esito di un evento agonistico, creando una vera e propria dipendenza(come spiega molto bene albanesi.it in questo articolo).

tifoso-manuel-mauri-ipnosi-strategica--216x300In questa¬†inchiesta della BBC il tifo √® stato collegato all’aumento del numero di episodi di violenza domestica(dal 27 al 29% in pi√Ļ di denuncie durante i mondiali del 2010 in concomitanza con partite dove giocava la nazionale inglese).

Come in qualsiasi altra forma di dipendenza lo stato d’animo della persona e la capacit√† di vivere equilibratamente √® compromessa dal fatto che non si ha un reale controllo su se stessi e sulla propria realt√†

Tu cosa ne pensi? Conosci qualcuno che sta vivendo questo tipo di situazione?

Fammi sapere cosa ne pensi lasciando un commento qui sotto!

Grazie! Dott. Manuel Mauri

p.s. hai gi√† scaricato l’audio gratuito di ipnosi SerenaMente? Clicca qui per scaricarlo e lasciare un commento!

 

E’ possibile calmare la mente?

 

Finalmente è disponibile SerenaMente, una registrazione di ipnosi per calmare la mente e ritrovare la serenità interiore.

 

Calmare la mente è un’abilità fondamentale per accrescere il nostro livello di benessere e per vivere in maniera equilibrata la giornata. Siamo quotidianamente esposti ad una marea di informazioni e stimoli e può succedere che alla fine della giornata si sia accumulato stress e tensione in eccesso portandoci a perdere la serenità e la pace interiore.

 

Questo pu√≤ avere delle conseguenze sia nel come viviamo quello che ci accade sia come ci relazioniamo con gli altri; quando invece siamo sereni i nostri¬†pensieri, le nostre¬†emozioni¬†e i nostri¬†comportamenti¬†sono diversi e pi√Ļ in linea con chi siamo veramente.

 

Anche se sappiamo che questo è vero non sempre si riesce a calmare la mente e proprio per questo motivo ho deciso di registrare un’induzione ipnotica di base da rendere disponibile per chiunque abbia bisogna di ritrovare la serenità e la calma.

 

Perché usare l’ipnosi per calmare la mente?

 

Nel 2009 stavo svolgendo una ricerca presso un ospedale di Milano, l’argomento della mia ricerca era quello di vedere se fosse possibile lavorare su diverse persone con l’ipnosi e, attraverso delle procedure specifiche per calmare la mente, se queste potessero avere un effetto sui sintomi e sulle problematiche delle diverse persone.

milan-hypnosis-hospital-300x224

Il presupposto dal quale partivo era questo: se le persone acquisiscono una maggior lucidit√† mentale e calma interiore possono gestire meglio le proprie problematiche ed uscire pi√Ļ facilmente dai propri problemi.

 

Così facendo ho sperimentato queste procedure su un campione di persone con problematiche diverse  che si sono rese disponibili a delle sedute di ipnosi.

 

Al termine della mia ricerca ho valutato gli effetti positivi che avevano  le diverse procedure ipnotiche per calmare la mente e gli effetti che avevano sulla capacità delle persone di affrontare i propri problemi(un esempio dei risultati lo trovi in questo articolo).

 

 

Calmare la mente.. SerenaMente!

 

Il motivo per il quale conviene utilizzare l‚Äôipnosi per arrivare a ritrovare la calma √® che in uno stato di coscienza ‚Äúfacilitato‚ÄĚ come quello dell‚Äôipnosi √® molto pi√Ļ semplice apprendere una procedura.

 

Screenshot-04-2456393-to-10:07:13-300x229

Nel momento in cui una persona vive un disagio a poco serve rassicurarlo e dirgli cosa dovrebbe fare; se ad esempio una persona √® ansiosa dirgli di calmarsi potrebbe non avere effetto o nel caso di una persona depressa dirgli ‚Äútirati su‚ÄĚ potrebbe addirittura farlo arrabbiare.

 

L‚Äôipnosi Strategica¬ģ¬†parte dal presupposto che se una persona non riesce in qualcosa (ad esempio calmarsi) √® semplicemente perch√© non sa come si fa, non ha una procedura e delle strategie che gli consentano di ottenere quel risultato.

 

In ipnosi pu√≤ apprenderle in maniera ‚Äúesperienziale‚ÄĚ cio√® vivendole in prima persona e imparando di conseguenza come ricrearle qualora ne avesse nuovamente bisogno.

Clicca play per ascoltare

 

 

Scarica l’audio cliccando qui e lascia il tuo commento!

A presto!

Dott. Manuel Mauri

p.s. aiutami a condividere questa registrazione condividendo la pagina o cliccando su mi piace e google+. Grazie!

p.p.s. se vuoi ascoltare l’audio di ipnosi per migliorare l’autostima clicca qui

¬†Marted√¨ 2 aprile sar√≤ nuovamente ospite della trasmissione¬†‚ÄúSerata Cinema‚ÄĚ in onda¬†alle 21:30 circa¬†su¬†Rai Sport 1¬†canale 57(guarda la trasmissione in diretta¬†cliccando qui),

Insieme a me ci sarà il giornalista sportivo Marco Civoli e parleremo di sport e psicologia.

Lo sport come veicolo di trasmissione di valori

Come già era accaduto con Bruno Pizzul durante la scorsa puntata di questa trasmissione, anche in questo caso si è preso spunto da un film per parlare della relazione tra sport e psicologia.

manuel-mauri-bellaVerr√† trasmesso durante la trasmissione il film “Bella”¬†¬†la storia di un calciatore esordiente al suo primo ingaggio con una squadra di calcio molto importante che, a causa di un incidente, perde tutto e si ritrova a dover a dover lottare per ritrovare se stesso e dare un senso alla propria esistenza.

Durante questo film Jos√©, il protagonista, √® un esempio nella trasmissione di valori¬†che potrebbero risultare astratti quali il rispetto per la vita, la fiducia nell’altro, l’importanza delle relazioni e l’essere comprensivi con chi √® in difficolt√† aiutandolo a risollevarsi. Le situazioni che si trover√† ad affrontare e i comportamenti che sceglier√† di adottare rendono facile allo spettatore recepire quali siano i messaggi ed i valori che si vogliono trasmettere in questo film.

Prima e dopo la proiezione del film ci sar√† spazio per una discussione relativa al calcio come strumento per la trasmissione di valori che a volte posso risultare difficili da trasmettere a parole ma che attraverso lo sport arrivano pi√Ļ direttamente allo spettatore.

Grazie alle domande di Alessandra De Stefano, la conduttrice del programma, e all’esperienza di Marco Civoli per quanto riguardo nello specifico il mondo del calcio, si analizzeranno diverse storie di calciatori e la loro capacit√† di trasmettere dentro e fuori dal campo dei valori a chi li segue.

Sono meglio i “Motivatori” o gli Psicologi dello Sport per un atleta?

Un tema che capita di trattare √®: ma lo Psicologo dello Sport √® un “Motivatore”.

Spesso nel panorama italiano abbiamo visto affiancati a personaggi famosi del mondo dello sport i motivatori, ovvero persone specializzate nell’aiutare l’atleta in difficolt√† a migliorare le proprie performance sportivo/agonistiche.

“Motivatore” e “Psicologo dello sport” sono due figure professionali distinte che utilizzano strumenti e competenze psicologiche¬†diverse nell’affiancarsi al lavoro fisico dell’atleta.

Quando si parla di psicologia dello sport spesso si pensa alla figura del motivatore ma come avremo modo di sviscerare nella seconda parte della trasmissione esistono delle importanti differenze; nel primo caso l’atleta e la prestazione sono al centro dell’attenzione mentre nel caso dello “psicologo esperto in psicologia dello sport”(questo √® il titolo pi√Ļ corretto) √® la persona e la sua psicologia che vengono prima della prestazione.

Tu cosa ne pensi?

A presto!

Dott. Manuel Mauri

p.s. se sei interessato alla psicologia dello sport ti consiglio il link dell’Associazione Italiana Psicologia dello Sport  http://www.aipsweb.it/classic/

E’ davvero possibile guarire dalla miopia senza occhiali, lenti a contatto e chirurgia?

occhio-miope-con-immagine1-300x169Molti anni fa in libreria ho trovato questo libro “Come sono guarito dalla miopia” di david De Angelis e l’ho acquistato incuriosito dal titolo.

All’interno di questo testo l’autore descrive passo dopo passo come √® riuscito a guarire dalla miopia attraverso gli esercizi del suo metodo: ¬†Power Vision System.

La miopia √® causata principalmente dallo stress da iperaccomodazione/vicinanza, un meccanismo di adattamento per il quale l’occhio si abitua alle brevi distanze perdendo acutezza da lontano.

Nello stadio iniziale basterebbe del riposo per ristabilire la vista normale, ma insistendo con i lavori ravvicinati e senza un minimo di educazione visiva, ci si trova costretti ad indossare i primi occhiali. Qui comincia un ulteriore stress da iper-accomodazione e una graduale perdita di forza, flessibilit√† e coordinazione dovuta alla gabbia/montatura, condizionando l’occhio ad impigrirsi sempre pi√Ļ.

E’ molto interessante vedere come De Angelis dimostri scientificamente come le persone siano costrette ad aumentare sempre di pi√Ļ la gradazione delle lenti che utilizza se non si interviene sugli stimoli di iperaccomodazione e sul recupero di flessibilit√†, forza e coordinazione degli occhi, e come invece l’allenamento con il Power Vision System porti gradualmente a liberarsene.

All’interno del libro, oltre a tutte le descrizioni, ai riferimenti scientifici sul quale si basa il suo metodo del “defocus retinico”, i vari esercizi di stretching oculare e il movimento CRB, David include anche delle vere e proprie “schede di allenamento” per recuperare la piena funzionalit√† della visione suddivise in 3 livelli di intensit√†/difficolt√†.

Quali sono i princìpi per guarire dalla miopia?

Nel suo testo David de Angelis spiega i principi che stanno dietro al funzionamento del suo metodo ed illustra tutti gli esercizi: (stretching oculare con diversi tipi di rotazioni e posizioni, movimento CRB-Contrazione, Rilassamento, Battito).

Inoltre su Facebook ha creato un gruppo(Rieducazione Visiva) dove chi ha letto il libro può chiedere consigli direttamente a lui o ad Arianna Piva che segue molto attivamente il gruppo, dando indicazioni e chiarimenti per chi è alle prime armi con il metodo.

Arianna ha messo a disposizione anche dei video su youtube per mostrare come fare gli esercizi.

Eccoti un esempio:

 Rieducazione visiva, il caso di Arianna

 

Arianna-Piva1L’anno scorso ho avuto la fortuna di conoscere sia David de Angelis che Arianna ad un workshop sulla Rieducazione Visiva che si √® tenuto a Bologna.

Mi ha molto colpito la storia di Arianna che era arrivata a soffrire di una miopia progressiva fino a raggiungere un preoccupante -11, e a cui era stata diagnosticata una degenerazione della retina anch’essa progressiva con possibile distacco(=cecit√†).

Visto che nessun dottore le dava speranze, si è messa alla ricerca di una soluzione e ha trovato il libro di David e il metodo Bates; ha così iniziato a praticare, migliorando la sua miopia fino ad arrivare a vedere bene con gradazioni che vanno da -3,50 a -6,50.

Il suo è uno dei molti casi di persone che allenandosi sta guarendo dalla miopia e parlando, oltre che la sua storia, mi ha molto colpito quello che in questi anni è riuscita a scoprire riguardo la psicologia di chi soffre di miopia.

Rieducazione visiva, meditazione ed ipnosi

Ci sono alcuni schemi mentali, comportamentali e convinzioni che accomunano chi soffre di miopia e che rendono difficile non solo guarire ma anche vivere bene la propria vita.

Alcuni infatti si avvicinano alla Rieducazione Visiva ed hanno difficolt√† a vedere subito dei miglioramenti e cos√¨ si scoraggiano abbandonando l’allenamento per poi tornare a peggiorare. Se ci pensi √® un p√≤ quello che accade anche a chi inizia un’attivit√† fisica con molto entusiasmo e motivazione per poi perdere la motivazione dopo poco ed abbandonare la disciplina sportiva.

 

mental-training-visivoPer questo √® importante unire alla rieducazione visiva e all’allenamento fisico che aiuti l’occhio a superare il difetto di rifrazione, delle tecniche ed un allenamento mentale che supporti quello fisico migliorando la performance e facilitando il raggiungimento dei risultati.

Grazie alle indicazioni di Arianna che mi segue dal giugno dell’anno scorso e grazie all’applicazione del Power Vision System e di alcune tecniche di meditazione e ipnosi la mia miopia ¬†√® scesa da-4,25 a attualmente¬†-1,75 facendo poco esercizio ma utilizzando sempre le “lenti positive” quando scrivo al pc.

Avere avuto dei risultati così rapidi con poco esercizio fisico anche Arianna si è stupita e mi ha chiesto condividere i metodi e le tecniche affiancandola nel primo Workshop sulla rieducazione visiva che terrà a Milano il 7 Aprile.

La giornata sarà pratica e le persone potranno vedere in pratica come utilizzare al meglio la rieducazione visiva per migliorare la propria vista facendo gli esercizi e potranno inoltre chiedere ad Arianna consigli ed indicazioni sul proprio caso specifico.

A presto!

Manuel Mauri

 

Davide lavora nel settore immobiliare. Ci siamo conosciuti circa un’anno fa tramite un’amica comune ma poi non abbiamo avuto pi√Ļ occasione di incontrarci. Qualche giorno fa ricevo una sua chiamata: “Ciao sono Davide l’amico di Elisa ti ricordi di me? Volevo sapere se ci possiamo vedere.”

Procrastinare, rimandare, rinviare

Da qualche tempo Davide sta frequentando Chiara e tra di loro sono nate delle discussioni perché lui è spesso nervoso siccome non riesce a chiudere alcune situazioni lavorative che potrebbero stabilizzare la sua situazione finanziaria. Davide si lamenta del fatto che non ha il controllo su questo tipo di decisioni può solo aspettare che le cose migliorino e che i clienti lo paghino e così ha iniziato ad  evitare di chiamarli o di informarsi a riguardo. Questa tipo di situazione sta mettendo in crisi la sua relazione con Chiara.. Lui stesso riconosce che questa situazione è strana, un tempo si sarebbe comunque dato da fare o almeno avrebbe fatto qualcosa per non rimanere con le mani in mano, adesso invece è come se si sentisse senza energia, scarico, in crisi.

 Quali sono i problemi legati al procrastinare?

procrastinare3Quando rimandare diventa un’atteggiamento diffuso spesso dietro si nasconde il timore di stare male di non farcela, di non riuscire. Il pensiero √®:“rimando perch√© non ce la faccio/ non √® il momento giusto.” Quando questa strategia viene ripetuta pi√Ļ volte diventa una forma di autosuggestione convinzione( sono debole)

Nel caso di Davide evitare di affrontare alcune decisioni e rimandare di continuo lo ha portato con il tempo a convincersi di non essere bravo come era un tempo, di non avere la pi√Ļ la grinta e l’energia per far fronte alle difficolt√† lavorative.

Come nasce la procrastinazione?

Procrastinare √® una strategia che utilizzata nel breve termine ha la funziona di aiutarci a¬†valutare al meglio¬†quale decisione prendere(ascolta questo intervista sull’indecisione per una descrizione pi√Ļ completa).

Quando per√≤ diventa una strategia per evitare di affrontare i problemi pu√≤ portare a far nascere l’insicurezza anche al’interno di persone tendenzialmente sicure di s√©. Evitare di affrontare qualcosa √® una strategia molto comune nelle fobie ad esempio chi ha paura di un esame tende a rimandarlo dicendo“non sono abbastanza preparato”.¬†

Chi invece soffre di fobie sociali cerca di evitare il pi√Ļ possibile di trovarsi in situazioni dove potrebbero esserci persone nuove ed uscire cos√¨ dalla sua “zona di confort” dove invece √® al sicuro. E’ chiaro che alla lunga queste situazioni non affrontate tendono a cronicizzarsi invece che risolversi.

Nel caso di Davide evitare di affrontare le situazioni che ha in sospeso lo sta portando a rimandare il momento in cui potrà  recuperare la fiducia in se stesso ed essere libero di vivere con maggior serenità .

Con il tempo queste convinzioni diventano delle forme di autoipnosi negativa o incantesimi(come descritto in “Amore, come posso parlarti) che riducono giorno dopo giorno la fiducia in se stessi.

vincere-la-procrstinzaione-300x224Come vincere rompere le catene della procrastinazione?

In questo caso in ipnosi si utilizza la formula dell’¬†evitare di evitare. Questa formula ipnotica √® stata spesso utilizzata da Milton Erickson nei compiti paradossali che assegnava ai suoi pazienti per aiutarli a sbloccare una situazione difficile.

Nel caso di Davide tenendo conto che ormai l’evitamento √® diventata una strategia che utilizza quasi in tutto, dovr√† annotare per iscritto tutto quello durante la sua giornata riuscir√† ad evitare di evitare. A distanza di una settimana rivedo Davide che ha con se i suoi appunti..

La formula gli √® entrata bene in testa visto che √® facile da ricordare(evitare di evitare)¬†e cos√¨ ha ripreso la palestra, ha chiesto dei chiarimenti su dei contratti fermi da tempo, ha ripreso a curarsi dell’aspetto fisico e dell’abbigliamento ma sopratutto √® stupito dal fatto che non fosse poi cos√¨ difficile fare tutte queste cose. La difficolt√† era solo nella sua mente.

Un po come nell’Aikido evitare di evitare consente di utilizzare la forza che ci sta attaccando, in questo caso la paura,¬†contro se stessa. superare-la-procrastinazione-vincere¬† Questo non √® sufficiente a risolvere completamente la situazione di Davide ma √© il primo di tutta una serie di cambiamenti ¬†da affrontare insieme a lui per aiutarlo a gestire meglio l’ansia e recuperare una solida immagine di s√©.

[Fine prima parte]

Tu cosa ne pensi?

Ciao! Manuel Mauri

Marted√¨ 19 marzo alle 21:45 sar√≤ ospite su¬†Rai Sport 1(canale 57) della trasmissione Serata Cinema”.

insieme a me ci sarà Bruno Pizzul e parleremo di sport e psicologia.

Lo sport come strumento per superare le difficoltà personali

 

1998-My-name-is-Joe-Mi-nombre-es-Joe-fra-012-226x300Durante il programma verr√† trasmesso il film di Ken Loach¬†“My name is Joe” dove il protagonista Joe, disoccupato ed ex-alcolizzato, per tenere lontano dai guai i ragazzi del suo quartiere¬†organizza una squadra di calcio di cui diventa l’allenatore.

Questi ragazzi vivono in un quartiere particolarmente difficile di Glasgow dove  povertà, droga e violenza fanno parte del quotidiano e rendono difficile la loro vita.

 

Attraverso il gioco del calcio Joe riesce a trovare una “chiave” per riunire questi ragazzi indirizzando le loro energie in un qualcosa di positivo, facendogli vedere la possibilit√† di poter uscire dalle difficolt√† personali per vivere un p√≤ meglio la realt√† non facile in cui si trovano.

In che modo lo sport può aiutare le persone ad uscire dalle proprie difficoltà?

Il fatto di essere riuscito a superare i suoi problemi di alcool restituisce a Joe la possibilità di  credere in se stesso.

Attraverso la sua storia, le difficoltà e il fatto di avere superato una grave situazione è un esempio reale che ha la potenzialità di influenzare positivamente le persone che vivono delle difficoltà molto gravi e che potrebbero di conseguenza perdere la fiducia in se stessi.

Il messaggio che offre ha suoi ragazzi √® semplice ma concreto: la vita anche se difficile √® un’opportunit√†, se ti impegni giorno per giorno ¬†a costruire qualcosa di buono e a¬†stare fuori dai problemi ce la puoi fare.

Analizzare la storia di chi ce l’ha fatta a superare una situazione difficile per trovare dei valori in cui credere

 

Messi_-_Levante_UD_vs_FC_Barcelona_-_Carlos_RM-198x300Nel calcio ci sono storie di diversi atleti come ad esempio Lionel Messi che nonostante sia partito da una condizione fisica non favorevole ha trovato nel calcio l’opportunit√† per superare le proprie difficolt√† e realizzarsi come atleta.

Durante la puntata analizzeremo diversi esempi di calciatori che  sono riusciti a trovare nel calcio dei valori importanti che gli hanno permesso di emergere dalle difficoltà ed esprimere il meglio di sé realizzandosi e diventando un esempio anche per gli altri.

Tu cosa ne pensi?

Ciao!

Dottor Mauri

p.s. se sei interessato alla psicologia dello sport ti consiglio il link dell’Associazione Italiana Psicologia dello Sport ¬†http://www.aipsweb.it/classic/

 

Ciao,

Come sai da un pò di tempo sono impegnato per una ricerca presso un famoso ospedale di Milano.

In questa struttura utilizzo l’ipnosi per aiutare le persone che soffrono di ansia, attacchi panico, depressione e fobie attraverso una serie di sedute dove utilizzo l’ipnosi.

L’obiettivo √® dimostrare come attraverso l’ipnosi sia possibile liberarle dal problema e conseguentemente migliorarne anche l’autostima.

Fare questo in una struttura pubblica, sotto la supervisione di altri terapeuti, potrebbe valorizzare ulteriormente i risultati che si possono ottenere con l’ipnosi.

In pi√Ļ le persone possono accedere a questi trattamenti pagando solo il ticket(un bel risparmio;-)¬†

Nonostante questo mio intervento con l’ipnosi non abbia come obiettivo il dimagrimento, in due casi che sto seguendo √® successo qualcosa di inaspettato..

1. Una ragazza molto giovane che chiameremo Daria(nome finto per proteggerne la privacy)arriva in ospedale perchè soffre di attacchi di panico.

Esce da casa solo per lavorare e fare la spesa(entrambi i posti sono attaccati a casa sua) da quando circa 3 mesi prima in un negozio si è sentita male, ha iniziato a sudare, tremare e sentirsi mancare il fiato, e lì ha avuto la netta sensazione di poter perdere il controllo e svenire.

E’ ben curata nell’aspetto, anche se √® sovrappesso di qualche chilo.

Durante il trattamento ipnotico risponde bene e rapidamente, tanto che arriva circa un mese fa in seduta dicendomi:”sai, √® successa una cosa strana dopo la seduta di mercoled√¨ scorso?


Uscita da qui dovevo tornare a casa da mia madre a prendere il mio cagnolino, però sulla strada del ritorno ho
sentito qualcosa allo stomaco¬†avevo voglia di qualcos’altro..

Così invece che andare a casa sono andata in un negozio e mi sono comprata 3 completini intimi e una maglietta. Mi sentivo normale, tranquilla e rilassata..

Poi arrivata a casa mi sono resa conto che ero andata in un negozio!!! Io che avevo gli attacchi panico solo al pensiero di farlo. E l’ho fatto senza alcuna paura!” .

E ci siamo messi a ridere insieme..

 

Cosa c’entra il dimagimento? Cosa c’entrano l’ipnosi e l’autoipnosi per dimagrire?

La cosa curiosa è questa..

Le sedute stanno continuando anche se il panico non c’√® pi√Ļ e ci stiamo focalizzando su altri aspetti della sua vita, Daria sta uscendo con le sue amiche come non faceva da qualche mese e la sua vita sta tornando alla normalit√†..

Parlando con la mia responsabile all’interno dell’ospedale, del pi√Ļ e del meno, vediamo Daria arrivare all’ appuntamento dalla finestra dello studio, la mia responsabile vede Daria e mi dice:”Ma Manuel quella non √® Daria? Ma sta dimagrendo, ed √® decisamente pi√Ļ carina”.

In effetti dopo lo sblocco dal panico, qualcosa √® succeso, le sto insegnando delle tecniche di autoipnosi da applicare a casa tra una seduta e l’altra e cosa curiosa sta dimagrendo senza fare diete o rinuncie..

Siccome in tanti me lo chiedono, appena riesco metter√≤ un’esercizio di autoipnosi in versione mp3 su questo blog..


Se hai bisogno di aiuto puoi contattarci cliccando qui
Ciao
Dottor Mauri 
n.b.¬†Come si pu√≤ verificare a questo indirizzo http://ipnosi-strategica.blogspot.it/2009/04/autoipnosi-e-dimagrimento-dimagrire-con.html l’articolo √® stato scritto nell’ aprile del 2009 quando svolgevo la pratica di tirocinio post laurea presso una struttura convenzionata. Attualmente ricevo privatamente presso il Centro Ipnosi Strategica di Milano.

 

RIMANETE CONNESSI