SEGUICI SU

amore

Una giornalista del¬†Corriere della sera¬†mi ha intervistato per sapere se √® possibile usare l’ipnosi per “cancellare il mal d’amore”, il titolo dell’articolo √®:¬†“Cancellare il mal d’amore con l’ipnosi. Come scacciare il vuoto emotivo(clicca qui per leggere l’articolo)”.

Nell’articolo viene citato il film “Se mi lasci ti cancello”.

Se non l’hai visto guarda il trailer:

Il protagonista del film viene lasciato dalla sua fidanzata e si rivolge ad un centro specializzato per cancellarne il ricordo.

In questo modo spera di eliminare il dolore ed il vuoto lasciato da questa perdita.

E’ possibile usare l’ipnosi per cancellare il ricordo di chi ci ha lasciato?

Come dico nell’intervista essere lasciati pu√≤ provocare in alcune persone una ferita emotiva cos√¨ profonda da portarli a cercare di alleviare il dolore buttandosi sul lavoro, droghe, alcol etc..

Altri possono pensare di non riuscire a vivere senza la persona che li ha lasciati e e cercano disperatamente di recuperare il rapporto. Sarebbero addirittura disposti a sopportare di essere trattati male pur di stare con quella persona.

Qualcuno cerca di cancellare il ricordo  dalla propria esistenza in maniera da non provare, apparentemente, alcuna sofferenza.

Se questi “rimedi” possono alleviare la sofferenza collegata a quella ferita che √® stata aperta alla lunga non riescono a guarire il dolore che si √® provato.

L’ipnosi diventa quindi uno strumento utile a chi sta soffrendo per alleviare e guarire la sofferenza e per uscire dal tunnel del dolore da abbandono.

Come usare l’ipnosi per cancellare il mal d’amore?

 

“L’ipnosi √® una procedura per modificare la nostra percezione del dolore,

il modo in cui pensiamo ed i comportamenti che adottiamo.”

 

Per fornire un primo aiuto anche a chi soffre per questo tipo di problema sul mio sito ho registrato “Serenamente”un mp3 che puoi scaricare gratuitamente ed ascoltare per aiutarti a calmare la mente .

Dopo qualche tempo ho messo a disposizione anche un’altra registrazione per migliorare la propria autostima con l’ipnosi che puoi scaricare cliccando qui.

In molti casi questo “primo soccorso” pu√≤ essere di aiuto ¬†per modificare la propria condizione ma se il dolore permane √® opportuno rivolgersi ad un professionista e affidarsi alle sue cure per stare bene.

L’ipnosi Strategica, a¬†seconda di come si manifesta il dolore nella persona(emozioni, pensieri, comportamenti) ¬†lavora sugli stati emotivi causati dal dolore della perdita(rabbia, paura e tristezza) per modificare l’intensit√† del dolore ed aiutare la persona ad uscire da quello stato di sofferenza.

Come specifico nell’articolo la tecnica √® solamente un tramite per accedere alla possibilit√† di instaurare una relaziona sana con se stessi e riuscire a superare il dolore di essere stati lasciati.

A presto!

p.s. aiutami a condividere questo articolo cliccando su Twitter, Facebook e Google+ .

Grazie!

Manuel Mauri

0 2401

Ciao,

ti è mai capitato di ricevere un due di picche ?

E di doverlo dare?

Sono stato contattato da Radio Kiss Kiss durante la trasmissione “Casa Kiss Kiss” e l’argomento della trasmissione era proprio questo:

“Come reagire a un due di picche?”

Clicca su play per ascoltare il mio intervento

Antonio Gerardi, il conduttore della trasmissione, ha iniziato con la domanda:
“Cosa provoca il due di picche in che li da e in chi lo riceve?”.

Il concetto che volevo trasmettere(tempi radiofonici permettendo) è molto semplice..

Indipendentemente dal fatto che tu dia o riceva un due di picche ci sono 2 elementi da tenere in considerazione:

  1. il valore che attribuiamo ad un rifiuto;
  2. il valore che attribuiamo a noi stessi.

Quando una persona soffre eccessivamente per un rifiuto √® vittima dell’incapacit√† di valutare questi due elelementi.

Quello che può rendere difficile sia dare che rivere un due di picche è il valore che attribuiamo al rifiuto

Se il rifiuto viene inteso non come un segnale ma come una grave perdita sarà amggiormemte difificle riprendersi.

se il valore che attribuiamo a noi stesssi è basso quaindi quella pate del concetto di se che si chiama autostima è bassa tenderemo ad attribuirci tutto il peso del rifiuto.

Come anche antonio ha accennato la propria autostima √® fondamentale per riuscire a reagire ad un due i picche, pi√Ļ √® solida la nostra autostima pi√Ļ facilmenet riuscirre

– non esite una condizione ce sia peggiore della’ltra lasciare o essere lasciato esistono 2 elemnti da valutare che possono rendere pi√Ļ difficle dare/incassare un due di picche:

  1. il valore della relazione o della persona con cui vorremmo avere una relazione. Chiaramente se l’investimento di tempo e

Ciao!
Ecco la seconda parte del video di Steve Jobs, l’inventore di Apple(la prima parte del video la trovi qui).

In questa seconda parte continua il suo discorso all’Universit√† di Stanford portando una difficile situazione che gli ha presentato la morte come agente di cambiamento e da cui ha tratto un profondo insegnamento sulla vita.

Guarda il video e lascia un commento

Ti √® piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Siate affamati siate folli

Ciao,
Non so se hai un pc mac o un ipod ma comunque Steve Jobs ha sicuramente innovato e portato maggior creatività nella vita di molti.

Milton Erickson amava raccontare storie per aiutare le persone a cambiare, riconsiderare l’importanza delle proprie paure, e dell’importanza di usare la paura per aiutare le persone ad uscire da situazioni difficili invece che bloccarsi a causa della paura.

Usare la paura e il dolore che uno prova per apprendere una lezione dai propri sbagli, sorreggere i suoi pazienti nei momenti di vita difficili.

E poi loro stavano bene..

Ho scelto di mettere in questo post un video(sottotitolato in italiano) dove Steve Jobs parla raccontando 3 storie di vita che lo riguardano, tre storie dove in prima persona spiega il significato del suo lavoro e l’importanza del credere e lavorare con amore.

Vorrei che tu lo guardassi perchè sono storie di vita che possono ispirare te come hanno ispirato me

Ti √® piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Ciao
Manuel

RIMANETE CONNESSI