SEGUICI SU

fitness

 

Ciao,
a Genova è partita un’inziativa davvero particolare.

Ti è mai piaciuto studiare matematica?

A me no.
Poi al terzo anno delle superiori abbiamo avuto una nuova professoressa, e la materia è cambiata..sembrava quasi un gioco e ho iniziato a pensare che le convinzioni che avevo maturato sulla mia incapacità di imparare la matematica forse non erano così vere..A scuola a volte ti insegnano cosa studiare(matematica, storia, geografia etc..) ma non come studiare e così magari ti sei convinto che la matematica, la storia etc.. non faccia per te ma ne sei davvero sicuro?

Arriva il Matefitness!

Il MateFitness è un progetto nato nel 2006 e promosso dal Cnr insieme a Palazzo Ducale con contenuti e attività pensati per unire la divulgazione scientifica al divertimento, favorire la collaborazione tra i partecipanti e diventare momenti di aggregazione sociale.

Imparare divertendosi!

Succede così che lo «speed date» (incontri tra persone sconosciute per scoprirne le affinità) diventi matematico e i partecipanti – stesso numero di uomini e donne – stilino la propria lista di preferenze; i dati vengono introdotti in un computer ed elaborati secondo un particolare algoritmo che fa gli «accoppiamenti a felicità media più elevata» per lasciare tutti contenti.

In altre ore della giornata il programma prevede poi coinvolgenti cacce al tesoro o percorsi di sopravvivenza nei quali i concorrenti dovranno superare gare di tabelline, calcoli al volo, indovinelli di logica, e prove fisiche.

Per ora sono già state fissate le date di Spotorno (Savona) dal 22 al 24 luglio e Moneglia (Genova) il 23.

La conclusione della tournee estiva è prevista per sabato 30 agosto con la tappa al Festival della Mente di Sarzana (La Spezia).

Avevi mai pensato di imparare divertendoti?

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Ciao
Manuel

0 1691

Ciao!

Sapevi che in palestra è meglio leggere alcuni tipi di riviste piuttosto che altre?

Mi piace svegliarmi e, prima di iniziare a lavorare, fare unbreve risveglio muscolare in palestra, tapis roulant e qualche esercizio.

Alla mattina poi ci scappa la chiacchera con qualcuno e spesso ci sono quelli che sulla cyclette leggono le riviste o ascoltano l’ipod.

In molte palestre ci sono infatti giornali e riviste disponibili per i cienti(dove vado io ci sono sempre i giornali gratuiti come Leggo, Metro etc..) e alcune riviste che parlano di fitness, specialmente in prossimità del “Festival del fitness“.

Per alcuni leggere in palestra può essere un modo per rompere la monotonia degli esercizi..

Attento alla rivista però!

Ann Gertz Garwin, dell’Università di Scienze Motorie del Wisconsin, ha fatto una ricerca su 70 persone chiedendo di fare mezz’ora di cyclette leggendo una rivista a scelta tra:

– “Oxygen“(rivista specilizzata di fitness);
– “National Geographic“;
– “Oprah“(una rivista femminile molto diffusa negli Stati Uniti).

Dopo la cyclette i volontari sono stati sottoposti ad una batteria di test;

Chi aveva letto “Oxygen” si era confrotato con i modelli di perfezione fisica nelle foto del giornale e nei test risultavano maggiormente ansiosi, di cattivo umore e depressi rispetto al gruppo che aveva scelto le altre due riviste.

La mia opinione da 2cents:

  • attenzione a credere ciecamente ai tests, sono utili per “standardizzare” delle osservazioni cliniche, li usiamo per dare un carattere scientifico al nostro a lavoro, ma molto spesso, anche se nessuno te lo dirà, misurano quello che vogliono dimostrare;
  • leggere e parlare in palestra è la parte più divertente della “vita da palestra”!
Molte persone credono che la palestra sia un “luogo di sofferenza” dove un istruttore sadico ti fa pentire a suon di esercizi di aver fatto fuori l’ultima fetta di torta che era rimasta in frigorifero, invece alla mattina io vedo sempre più signore dai sessant’anni in su che si muovono, si divertono ,e chiaccherano, magari leggendo il giornale.

Tante persone che vengono da me(specialmente tra Marzo e Aprile;-) perchè vogliono che utilizzi l‘ipnosi per farle dimagrire , scoprono che è più facile dimagrire quando al fianco di un lavoro ipnotico sull’immagine di sé, si inizia ad andare a fare “quattro chiacchere” in palestra alternate ad un un pò di tais roulant..

Ciao
Manuel

 

RIMANETE CONNESSI