SEGUICI SU

Tags Post con tag "depressione"

depressione

Perché è necessario uscire dal tunnel della depressione per godersi la vita?

Dopo “Serenamente” l’audio gratuito per calmare la mente e ¬†“Migliora la tua autostima”, voglio condividere con te questo nuovo lavoro dal titolo “Esci dal tunnel”.

Uscire dal tunnel della depressione¬†e godere delle esperienze che la vita ci propone non √® sempre facile ma √®¬†un’abilit√† molto importante da sviluppare per il proprio benessere.

Fortunatamente i media¬†stanno parlando del problema¬†utilizzando dei video come ad esempio “Black dog”(con traduzione in italiano).

Sicuramente informare è importante ma da solo non basta..

Come bisogna fare allora per uscire dal tunnel?

Come fare per uscire dal tunnel della depressione e godersi la vita?

La tristezza secondo Paul Ekman¬†√® una delle 6 emozioni base dell’essere umano √® in se non ha una connotazione negativa ma, quando diventa¬†radicata e predominante rispetto alle altre pu√≤ produrre un abbassamento della qualit√† della vita.

Una buona pratica di meditazione¬†ed una costante¬†attivit√† fisica sono¬†abitudini che aiutano ¬†a disporre¬†di una maggiore energia e presenza mentale(esistono sempre pi√Ļ studi scientifici¬†a riguardo), ma¬†purtroppo quando la tristezza si fa profonda¬† pu√≤ venire a mancare la voglia di movimento e attivit√† introspettive e quindi √® utile affiancare¬†un aiuto di tipo diverso.

In questi casi¬†infatti le persone sono “incastrate” in situazioni di vita(lavoro, relazioni, amicizie, famiglia etc..)¬†che producono uno stato di depressione immobilizzando le proprie risorse interiori.

A volte risulta difficile rendersi conto di come continuare a rimanere¬†in quella situazione¬†sia molto spesso la causa del problema. Ma anche quando vi √® consapevolezza di stare male la paura pu√≤ bloccare qualsiasi decisione ed in questi casi l’Ipnosi Strategica pu√≤ essere di¬†grande aiuto.

Fuori dal tunnel della depressione con l’ipnosi

Le persone che si ritrovano all’interno di un meccanismo per il quale dovrebbero¬†essere felici¬† perch√© hanno un lavoro, una casa, una relazione ma nonostante ci√≤ non lo sono, ¬†sentono una sensazione di profonda insoddisfazione.

In questi casi √® utile aiutarli a prendersi un momento per sviluppare una¬†propria visione interiore che parta da una consapevolezza pi√Ļ profonda di s√© e delle proprie reali esigenze (in questo articolo puoi trovare alcuni strumenti pratici per iniziare a lavorarci).

E’ molto importante fare un lavoro corporeo specifico che, ad esempio attraverso l’uso del respiro, liberi dalle tensione croniche che si sono accumulate nel corpo a seguito del rivivere le stesse sequenze emotive¬†negative per un lungo periodo di tempo.

E’ anche necessario lavorare sull’emozioni distruttive che tengono legati a quella condizione limitata ed infine avere uno stimolo che ci permetta di entrare vivere una condizione emotiva diversa di maggior fiducia ed apertura.

Proprio per questo ho creato questa registrazione gratuita che voglio condividere con te(ti consiglio di ascoltarla con le cuffie).

Puoi ascoltarla in streaming cliccando qui sotto:

 

oppure scarica l’audio cliccando qui e lascia il tuo commento!

Naturalmente questo è solo un piccolo  invito a fare qualcosa per uscire dal tunnel della depressione, se senti di aver bisogno di aiuto specifico il mio consiglio è quello di contattare un professionista preparato che ti possa seguire.

Se hai bisogno di me puoi contattarmi cliccando qui.

A presto!

Manuel Mauri

p.s. aiutami ad aiutare pi√Ļ persone possibili condividendo questa registrazione, la pagina o cliccando su mi piace e google+. Grazie!

p.p.s. se vuoi ascoltare l’audio di ipnosi per calmare la mente clicca qui

p.p.p.s. se vuoi ascoltare l’audio di ipnosi per migliorare l’autostima clicca qui

p.p.p.p.s. su pubmed hanno pubblicato questo studio che mostra come la spiritualità possa essere di aiuto in casi di alcolismo, depressione ed ansia. Tu cosa ne pensi?

Marted√¨ 19 marzo alle 21:45 sar√≤ ospite su¬†Rai Sport 1(canale 57) della trasmissione Serata Cinema”.

insieme a me ci sarà Bruno Pizzul e parleremo di sport e psicologia.

Lo sport come strumento per superare le difficoltà personali

 

1998-My-name-is-Joe-Mi-nombre-es-Joe-fra-012-226x300Durante il programma verr√† trasmesso il film di Ken Loach¬†“My name is Joe” dove il protagonista Joe, disoccupato ed ex-alcolizzato, per tenere lontano dai guai i ragazzi del suo quartiere¬†organizza una squadra di calcio di cui diventa l’allenatore.

Questi ragazzi vivono in un quartiere particolarmente difficile di Glasgow dove  povertà, droga e violenza fanno parte del quotidiano e rendono difficile la loro vita.

 

Attraverso il gioco del calcio Joe riesce a trovare una “chiave” per riunire questi ragazzi indirizzando le loro energie in un qualcosa di positivo, facendogli vedere la possibilit√† di poter uscire dalle difficolt√† personali per vivere un p√≤ meglio la realt√† non facile in cui si trovano.

In che modo lo sport può aiutare le persone ad uscire dalle proprie difficoltà?

Il fatto di essere riuscito a superare i suoi problemi di alcool restituisce a Joe la possibilità di  credere in se stesso.

Attraverso la sua storia, le difficoltà e il fatto di avere superato una grave situazione è un esempio reale che ha la potenzialità di influenzare positivamente le persone che vivono delle difficoltà molto gravi e che potrebbero di conseguenza perdere la fiducia in se stessi.

Il messaggio che offre ha suoi ragazzi √® semplice ma concreto: la vita anche se difficile √® un’opportunit√†, se ti impegni giorno per giorno ¬†a costruire qualcosa di buono e a¬†stare fuori dai problemi ce la puoi fare.

Analizzare la storia di chi ce l’ha fatta a superare una situazione difficile per trovare dei valori in cui credere

 

Messi_-_Levante_UD_vs_FC_Barcelona_-_Carlos_RM-198x300Nel calcio ci sono storie di diversi atleti come ad esempio Lionel Messi che nonostante sia partito da una condizione fisica non favorevole ha trovato nel calcio l’opportunit√† per superare le proprie difficolt√† e realizzarsi come atleta.

Durante la puntata analizzeremo diversi esempi di calciatori che  sono riusciti a trovare nel calcio dei valori importanti che gli hanno permesso di emergere dalle difficoltà ed esprimere il meglio di sé realizzandosi e diventando un esempio anche per gli altri.

Tu cosa ne pensi?

Ciao!

Dottor Mauri

p.s. se sei interessato alla psicologia dello sport ti consiglio il link dell’Associazione Italiana Psicologia dello Sport ¬†http://www.aipsweb.it/classic/

Ciao,

Ieri si e’ laureata in Scienze della pubblica amministrazione, con 110 e lode,

Adriana Jannilli classe 1916, ex consulente del lavoro.

Stavo mangiando e intanto che guardavo il telegiornale vedo questa signora di 92 anni che

racconta la sua storia.

A 88 anni, appena dopo la morte di suo marito, Adriana si rende conto di essere vicina ad una

forte depressione, ha difficoltà a dare un senso alla vita dopo averla vissuta fino quel tempo con suo marito, decide quindi di iscriversi all’Università.

Molto spessso infatti il meccanismo della depressione ha una sequenza che dalle scuole ad orientamento breve viene descritta in questo modo:

  • Illusione(mi illudo di qualcosa)
  • delusione(resto deluso dal fatto che non sia pi√Ļ possibile mantenere viva la mia illusione)
  • depressione(mi ritiro, “meccanismo della rinuncia“)

‚ÄúHo deciso di iscrivermi all‚ÄôUniversit√† – ha raccontato la neodottoressa – dopo essere rimastavedova, avevo lavorato per decenni come consulente del lavoro, lo stesso mestiere di mio marito e non me la sentivo di rimanere con le mani in mano‚ÄĚ.

La Jannilli ha discusso una tesi su ‘L’uguaglianza femminile nel mondo del lavoro ‘.

In giovent√Ļ ha avuto anche un trascorso da modella ed ha frequentato un corso triennale di lingua indonesiana.

Nelle 65 pagine di elaborato la neodottoressa passa in rassegna la legislazione sul lavoro femminile in Italia dal 1870 ad oggi.

E non risparmia stoccate a nessuno: n√© alla Chiesa ‚Äúche ha sempre relegato le donne in ruoli subalterni‚ÄĚ, n√© alla legislazione ‚Äúdiretta solo a far assumere alle donne il ruolo di madri e mogli, addette a procreare figli per la patria e sollazzo per i guerrieri‚ÄĚ.

Nell‚Äôintervista il giornalista le chiede‚ÄĚ Ma adesso cosa far√†?‚ÄĚ

‚ÄúOra dovro’ trovarmi un altro modo per passare il tempo ‚Äú, ha commentato la neodottoressa.

‚ÄĚIl mio sogno √® sempre stato quello di fare criminologia, mi hanno detto che √® possibile frequentare un master e penso che sar√† quello che far√≤‚ÄĚ

Fonte: (ANSA)

Molto spesso alle persone che hanno perso la propria strada chiediamo:” Qual’√® il tuo sogno?

 

Ciao

Manuel

RIMANETE CONNESSI