[Intervista RTL 102.5] L’ipnosi è doping sportivo?

[Intervista RTL 102.5] L’ipnosi è doping sportivo?

10 7982

 

Prendendo spunto dalla notizia che un’importante squadra di calcio utilizza l’ipnosi per migliorare le prestazioni agonistiche dei suoi atleti,  i conduttori di Password (un programma di RTL 102.5), mi hanno chiesto cos’è l’ipnosi e come può essere utilizzata.

Ipnosi e doping sportivo

E’ sempre più diffuso l’utilizzo dell’ipnosi in psicologia dello sport ( se vuoi approfondire l’argomento leggi questo ).

L’esperto in psicologia dello sport (non esiste attualmente in Italia il titolo di Psicologo dello Sport) delinea quello che viene chiamato “profilo della prestazione ottimale” e segue l’atleta nell’espressione della performance aiutandolo a migliorare i risultati.

atletico-madrid-ipnosi

 

La domanda del conduttore “l’ipnosi nello sport è doping?” non è del tutto fuori luogo, se ascolti l’intervista puoi sentire cosa ne penso.

Credo che nel momento in cui si lavora con una persona per aiutarlo a migliorare la performance, sia necessario non perdere mai di vista il fatto che si sta lavorando per la persona e solo secondariamente per il risultato. 

Cos’è l’ipnosi?

Mi viene anche chiesto se l’ipnosi è magia.. No.

 L’ipnosi è una procedura attraverso la quale aiutare la persona a  modificare le proprie percezioni, i pensieri ed i comportamenti.

Le applicazioni di cui abbiamo parlato nell’intervista sono stati ad esempio nella terapia del dolore e nell’insonnia.

Spero che tu possa trovare delle informazioni utili, se vuoi lasciami un feedback.

A presto!

 

10 COMMENTI

  1. Interessante intervista. Fortunatamente non è scaduta in battute grossolane e pacchiane, ma è rimasta su binari di buonsenso.
    Complimenti all’ipnotista. Come mi piacerebbe imparare quest’Arte!

  2. Davvero interessante Manuel. Ahimè però, come fanno intendere i conduttori, l’ ipnosi è ancora confusa come un qualcosa di magico di cui non si conosce, a tal proposito vedi tutto quello che è stato scritto sul portiere dell?Olanda Krul fatto entrare apposta ai rigori contro la Costa Rica per le sue capacità ipnotizzatrici, in realtà solo un grande spaccone che ha sconcentrato gli avversari 🙂

  3. Grazie Max per il commento!
    Grazie a queste interviste, alle registrazioni messe online gratuitamente e agli articoli che ci sono sul sito si può dare un’informazione spero utile a chi vuole approfondire la pratica dell’ipnosi per aiutare gli altri.
    A presto!

  4. Certo che l’ipnosi può essere utilizzata per “dopare” mentalmente un atleta!
    Se in un soggetto al quale, con l’ipnosi e con buona professionalità, abbiamo fatto raggiungere determinati stadi di profondità, “riusciamo” a fargli realizzare il “ponte catalettico”, a fargli sopportare per un bel po’ di tempo temperature bassissime dove una vasca d’acqua sia stata addizionata di molto ghiaccio, o a farlo sudare quando fuori c’è la neve, a produrre una completa analgesia ed anestesia per cui, nella totale assenza di percezione del dolore, si può agire sul soggetto con bisturi ed aghi ecc. ecc., non vedo perché l’ipnosi non possa essere usata anche per “dopare” mentalmente un atleta!
    È pur vero, tuttavia, che l’utilizzo dell’ipnosi per scopi di questo genere fanno parte di comportamenti che, per essere buono, definisco confinanti con la disonestà.

Lascia un Commento