Come guarire dalla miopia in modo scientifico? Rieducazione visiva, ipnosi e meditazione

Come guarire dalla miopia in modo scientifico? Rieducazione visiva, ipnosi e meditazione

E’ davvero possibile guarire dalla miopia senza occhiali, lenti a contatto e chirurgia?

occhio-miope-con-immagine1-300x169Molti anni fa in libreria ho trovato questo libro “Come sono guarito dalla miopia” di david De Angelis e l’ho acquistato incuriosito dal titolo.

All’interno di questo testo l’autore descrive passo dopo passo come √® riuscito a guarire dalla miopia attraverso gli esercizi del suo metodo: ¬†Power Vision System.

La miopia √® causata principalmente dallo stress da iperaccomodazione/vicinanza, un meccanismo di adattamento per il quale l’occhio si abitua alle brevi distanze perdendo acutezza da lontano.

Nello stadio iniziale basterebbe del riposo per ristabilire la vista normale, ma insistendo con i lavori ravvicinati e senza un minimo di educazione visiva, ci si trova costretti ad indossare i primi occhiali. Qui comincia un ulteriore stress da iper-accomodazione e una graduale perdita di forza, flessibilit√† e coordinazione dovuta alla gabbia/montatura, condizionando l’occhio ad impigrirsi sempre pi√Ļ.

E’ molto interessante vedere come De Angelis dimostri scientificamente come le persone siano costrette ad aumentare sempre di pi√Ļ la gradazione delle lenti che utilizza se non si interviene sugli stimoli di iperaccomodazione e sul recupero di flessibilit√†, forza e coordinazione degli occhi, e come invece l’allenamento con il Power Vision System porti gradualmente a liberarsene.

All’interno del libro, oltre a tutte le descrizioni, ai riferimenti scientifici sul quale si basa il suo metodo del “defocus retinico”, i vari esercizi di stretching oculare e il movimento CRB, David include anche delle vere e proprie “schede di allenamento” per recuperare la piena funzionalit√† della visione suddivise in 3 livelli di intensit√†/difficolt√†.

Quali sono i princìpi per guarire dalla miopia?

Nel suo testo David de Angelis spiega i principi che stanno dietro al funzionamento del suo metodo ed illustra tutti gli esercizi: (stretching oculare con diversi tipi di rotazioni e posizioni, movimento CRB-Contrazione, Rilassamento, Battito).

Inoltre su Facebook ha creato un gruppo(Rieducazione Visiva) dove chi ha letto il libro può chiedere consigli direttamente a lui o ad Arianna Piva che segue molto attivamente il gruppo, dando indicazioni e chiarimenti per chi è alle prime armi con il metodo.

Arianna ha messo a disposizione anche dei video su youtube per mostrare come fare gli esercizi.

Eccoti un esempio:

 Rieducazione visiva, il caso di Arianna

 

Arianna-Piva1L’anno scorso ho avuto la fortuna di conoscere sia David de Angelis che Arianna ad un workshop sulla Rieducazione Visiva che si √® tenuto a Bologna.

Mi ha molto colpito la storia di Arianna che era arrivata a soffrire di una miopia progressiva fino a raggiungere un preoccupante -11, e a cui era stata diagnosticata una degenerazione della retina anch’essa progressiva con possibile distacco(=cecit√†).

Visto che nessun dottore le dava speranze, si è messa alla ricerca di una soluzione e ha trovato il libro di David e il metodo Bates; ha così iniziato a praticare, migliorando la sua miopia fino ad arrivare a vedere bene con gradazioni che vanno da -3,50 a -6,50.

Il suo è uno dei molti casi di persone che allenandosi sta guarendo dalla miopia e parlando, oltre che la sua storia, mi ha molto colpito quello che in questi anni è riuscita a scoprire riguardo la psicologia di chi soffre di miopia.

Rieducazione visiva, meditazione ed ipnosi

Ci sono alcuni schemi mentali, comportamentali e convinzioni che accomunano chi soffre di miopia e che rendono difficile non solo guarire ma anche vivere bene la propria vita.

Alcuni infatti si avvicinano alla Rieducazione Visiva ed hanno difficolt√† a vedere subito dei miglioramenti e cos√¨ si scoraggiano abbandonando l’allenamento per poi tornare a peggiorare. Se ci pensi √® un p√≤ quello che accade anche a chi inizia un’attivit√† fisica con molto entusiasmo e motivazione per poi perdere la motivazione dopo poco ed abbandonare la disciplina sportiva.

 

mental-training-visivoPer questo √® importante unire alla rieducazione visiva e all’allenamento fisico che aiuti l’occhio a superare il difetto di rifrazione, delle tecniche ed un allenamento mentale che supporti quello fisico migliorando la performance e facilitando il raggiungimento dei risultati.

Grazie alle indicazioni di Arianna che mi segue dal giugno dell’anno scorso e grazie all’applicazione del Power Vision System e di alcune tecniche di meditazione e ipnosi la mia miopia ¬†√® scesa da-4,25 a attualmente¬†-1,75 facendo poco esercizio ma utilizzando sempre le “lenti positive” quando scrivo al pc.

Avere avuto dei risultati così rapidi con poco esercizio fisico anche Arianna si è stupita e mi ha chiesto condividere i metodi e le tecniche affiancandola nel primo Workshop sulla rieducazione visiva che terrà a Milano il 7 Aprile.

La giornata sarà pratica e le persone potranno vedere in pratica come utilizzare al meglio la rieducazione visiva per migliorare la propria vista facendo gli esercizi e potranno inoltre chiedere ad Arianna consigli ed indicazioni sul proprio caso specifico.

A presto!

Manuel Mauri

 

2 COMMENTI

Lascia un Commento