Mindfulness Ipnosi e Meditazione

Mindfulness Ipnosi e Meditazione

Mindfulness Ipnosi e Meditazione

Ultimamente ho partecipato ad un convegno di¬†Jon Kabat-Zinn¬†Professore di medicina dell’Universit√† del Massachussetts, ideatore della Mindfulness¬†e ho avuto la possibilit√† di fargli alcune domande riguardo la differenza tra l’ipnosi, la mindfulness e la meditazione.

Sempre pi√Ļ ricerche scientifiche stanno infatti documentando gli effetti positivi che una regolare pratica di meditazione porta ad ottenere, attirando l’attenzione di chi cerca un rimedio efficace a problemi di stress o ad esempio per¬†ridurre¬†l’ansia.

Lo scopo della Mindfulness √® quello di aiutare le persone a diventare maggiormente consapevoli del momento presente attraverso l'”osservazione non giudicante” dei propri pensieri, sensazioni ed emozioni.

Ma l’ipnosi, la mindfulness e la meditazione in cosa sono diverse?

Meditare, fare ipnosi e la Mindfulness quali differenze

La meditazione √® una pratica che consiste nel concentrare la mente su un’oggetto, un’idea, un suono, un pensiero e viene utilizzata da secoli per diversi fini, nel caso della midfulness l’obiettivo non √® spirituale o religioso ma di invece quello di migliorare il benessere psicologico della persona.

La differenza fondamentale tra la meditazione e la mindfulness consiste nel fatto che ¬†concetti tipici di alcune filosofie come ad esempio la”compassione”, il “non attaccamento”, la “contemplazione della tranquillit√†” e l’ “essere centrati anche nell’azione” sono stati presi ed inseriti in un contesto prettamente psicologico.

lotus-ipnosi-strategicaIl problema è anche che chi si avvicina alla meditazione in genere ha accettato delle premesse collegate a un credo specifico(esempio buddismo, taoismo etc..) mentre nella mindfulness questo non è necessario.

Non è qui di necessario aderire ad un particolare credo per praticare la mindfulness.

Il secondo punto √® che molte persone hanno difficolt√† ad avvicinarsi alla meditazione per perch√© l’idea di stare ad occhi chiusi senza sapere che fare pu√≤ disorientare e non essere facile per chi inizia, mentre una pratica strutturata in protocolli specifici come la mindfulness pu√≤ risultare pi√Ļ semplice da approcciare.

Prima di dirti quello che ho scoperto anche grazie alle risposte del Dott. Kabat-Zinn ti invito ad ascoltare un audio di meditazione Mindfulness presente sul sito del Dott. Gennaro Romagnoli, Psicologianeurolinguistica.net, trovi tanti esempi questo è chiamato la meditazione della montagna clicca qui per ascoltarlo.

Mindfulness ipnosi e meditazione quali benefici

Mindfulness-and-HypnosisSe hai ascoltato la meditazione guidata proposta dal Dott. Romagnoli, ti sarai reso conto che la mindfulness e l’ipnosi hanno diversi punti in comune.

Quando ho chiesto a Kabat-Zinn la differenza tra midfulness e ipnosi la sua risposta √® stata“Se l’ipnosi viene utilizzata per aumentare la consapevolezza della persone non ci sono praticamente differenze con la mindfulness”.

Anche il Dott. Michael Yapko nel “Mindfulness and Hypnosis” analizza come le procedure di meditazione guidata della mindfulness utilizzano gli strumenti ipnotici come ad esempio le suggestioni dirette(sentiti bene, entra in contatto con te stesso) per orientare l’attenzione delle persone e mantenerle concentrate sul presente.

I benefici del praticare l’ipnosi e la mindfulness sta nel fatto che queste due discipline possono essere complementari.

Come scrivevo qualche in questo articolo¬†l‚Äôipnosi Strategica¬ģ¬†parte dal presupposto che se una persona non riesce in qualcosa (ad esempio calmarsi) √® semplicemente perch√© non sa come si fa, non ha una procedura e delle strategie che gli consentano di ottenere quel risultato. In ipnosi pu√≤ apprenderle in maniera ‚Äúesperienziale‚ÄĚ cio√® vivendole in prima persona e ricreandole autonomamente qualora ne avesse nuovamente bisogno.

Nella mindfulness le suggestioni ipnotiche non hanno lo specifico compito di insegnare diverse abilit√† come nell’ipnosi ma si rivolgono esclusivamente all’imparare a rimanere nel momento presente.

Chi utilizza gi√† l’ipnosi √® avvantaggiato nella pratica della mindfulness perch√© √® allenato ad ascoltarsi; utilizzare questa tecnica insieme all’ipnosi aiuta a svuotare la mente e a prevenire lo stress.

Se vuoi praticare altre meditazioni guidate mindfulness visito il sito del Dott. Romagnoli nella sezione “Guida completa per meditare”¬†cliccando qui

A presto!

8 COMMENTI

  1. Ciao Manuel
    complimenti per il post e per l’esperienza di prima mano che ci riporti
    Grazie mille per la citazione:) trovo ancora incredibile che senza
    esserci messi d’accordo o averne discusso in precedenza, abbiamo iniziato a praticare la meditazione…chiss√† che non sia opera di un qualche inconscio collettivo;))

  2. Ciao Manuel,
    grazie per il post.
    Lo trovo molto interessante e mi hai dato un’ottimo spunto di lettura.
    Prover√≤ anche l’audio del Dott. Gennaro Romagnoli.
    Buona giornata.

  3. Ciao a tutti, io sono sembre scettico riguardo a pratiche che sembrano qualcosa di nuovo e poi se vai a vedere hanno “solo” un nome diverso. Metto tra virgolette perch√® non ho approfondito in prima persona la mindfulness ma da ci√≤ che ho letto nel blog del Dott Romagnoli e in questo articolo del Dottor Mauri mi sembra di capire che il suo creatore abbia fatto cos√¨. Cambiare nome a una cosa che esiste gi√†. Per esempio non credo sia esatto dire che “non sia necessario aderire ad un particolare credo per praticare la mindfulness”. Mi spiego.
    Io ho iniziato anni fa meditazione leggendo i libri del primo Osho quelli dove trattava solo di meditazione e lui √® sempre stato areligioso perci√≤ per praticare meditazione non dovevi aderire ad un particolare credo. O meglio poi ad un credo aderivi nel senso che il tuo guru diventa Osho e ci sono sempre gli integralisti anche l√¨. Ma anche nella mindfulness penso che si possano trovare gli impallati che “non gli puoi toccare” Jon Kabat-Zinn o mi sbaglio? ūüôā Anche quelli sono tutte caratteristiche tipiche dei credi o meglio dei culti. Perci√≤, ripeto da ignorante di questa disciplina, mi chiedo e soprattutto vi chiedo… √® veramente qualcosa di nuovo questa mindfulness?
    Grazie per l’attenzione.
    Emanuele.

  4. Ciao Emanuele e grazie per i commento.
    Cambiare il nome a qualcosa che esiste già è una pratica diffusa in molti campi.

    Nel caso della mindfulness viene citata dagli autori la fonte(meditazione Vipassana) e quello che è stato cambiato per applicare la consapevolezza del momento presente in un campo psicologico.

    Chiaramente una persona può avere un proprio credo e praticare la mindfulness non credo ci siano controindicazioni in tal senso.

    A presto!

  5. Salve, sono uno psicologo psicoterapeuta ipnotico e sto studiando da poco la pratica mindfulness. Vorrei chiedervi se esiste una traduzione italiana del testo di Michael d. Yapko “midfulness and hypnosis” grazie

Lascia un Commento